corfu isola-grecia

Corfu isola Grecia

corfu-grecia

Nella parte settentrionale del Mar Ionio, tra la Grecia e l’Italia, troverete l’isola greca di Corfù – o Kerkyra – come viene chiamata in greco. Appena fuori dalla Grecia e dalla costa dell’Albania si trova l’isola verde a forma di cavalluccio marino, nel bellissimo gruppo delle altre isole ioniche, Paxos, Lefkas, Itaca, Cefalonia e Zante .L’area dell’isola è circa a 588 kmq. Corfù è lunga circa 64 km, con la sua più grande larghezza circa 32 km. La sua costa si estende su 217 chilometri e il suo punto più alto è il Monte Pantokrator.Ricchissima di attrazioni, l’ isola di Corfù è un piccolo paradiso sulla terra, da Palaiokastritsa, Kanoni, Achillion, Pontikonissi e lungo la costa settentrionale, si trova le belle spiagge di Corfù con acqua cristallina, calette panoramiche, nel verde di una vegetazione che affonda nel profondo blu del mare.

Corfù è la parte più occidentale della Grecia. Si trova nel Mar Ionio Settentrionale a 2,5 km dalla costa albanese. Il nord e l’est di Corfù hanno le spiagge più famose. L’ovest è più remoto e rivendica una campagna selvaggia e incontaminata. Il nord è montuoso mentre il centro e il sud ospitano rigogliosi terreni agricoli. Ovunque tu sia, i corfioti sono notoriamente amichevoli.

Corfù è la seconda più grande isola delle Ionie, con una superficie di 592 km quadrati e una popolazione di 97.000 abitanti. L’ isola di Corfu, è la più turistica delle isole Ionie. È un’isola molto verde ed e’ una miscela delle civiltà che sono state presenti nei tempi. Il clima mite rende l’isola perfetta per la coltivazione di frutta, olive, fichi, agrumi e mandorle. Oltre alla coltivazione di frutta e verdura, l’isola riceve gran parte delle sue entrate dalla pesca, dalla navigazione e dal turismo. L’isola verde con le sue splendide spiagge è stata una popolare meta turistica sin dalla fine degli anni ’40 e molte delle case reali europee hanno scelto di trascorrere qui le loro estati negli anni.

Corfù è caratterizzata da una speciale miscela di culture e architetture, in quanto l’isola ha vissuto molti conquistatori nel corso della storia. Corfù fu incorporata con la Grecia nel 1864, ma prima era sotto il dominio francese, russo, turco e britannico nel 19 ° secolo. Per 400 anni, dal 1386 fino alla fine del XVIII secolo, l’isola fu sotto il dominio veneziano, che si riflette nella cultura del cibo e nell’architettura intorno all’isola.Corfù è caratterizzata da una speciale miscela di culture e architetture, in quanto l’isola ha vissuto molti conquistatori nel corso della storia. Corfù fu incorporata con la Grecia nel 1864, ma prima era sotto il dominio francese, russo, turco e britannico nel 19 ° secolo. Per 400 anni, dal 1386 fino alla fine del XVIII secolo, l’isola fu sotto il dominio veneziano, che si riflette nella cultura del cibo e nell’architettura intorno all’isola.

 

La città

La città di Corfù stupisce e affascina il visitatore con i suoi due forti, le strade strette, le case alte e le arcate, il municipio di archtettura veneziana, la Chiesa di Agios Spiridonas, patrono dell’isola di Corfu, i giardini fioriti e ibalconi con loro superbe ringhiere in ferro battuto.Su questa isola cosmopolita è facile combinare il rilassamento con intensa vita notturna, è una piacevole città di provincia come troverai ovunque in Grecia.

Veneziani, francesi e britannici hanno tutti contribuito allo sviluppo della città di Corfù ei risultati sono sia impressionanti che allettanti, soprattutto perché gli edifici pubblici sono stati oggetto di una pulizia importante per un vertice dell’UE nel 1994. Il Nuovo Forte del XIII secolo, con i suoi sotterranei e gli imponenti merli delle torrette, è molto più interessante del Vecchio Forte del VI secolo.

Il punto focale della città di Corfu è la Spianada, una piazza pubblica e un parco – uno dei più grandi d’Europa – dove le folle serali possono fare una passeggiata mentre i bambini giocano. Stranamente, c’è un campo da cricket inglese dove si giocano ancora le partite.
A nord della piazza si trova il porticato Liston, progettato in Francia, costruito per assomigliare a rue de Rivoli a Parigi e pieno di eleganti caffè e ristoranti. È un posto piacevole per una passeggiata, ma aspettati di pagare il prezzo più alto in questo vaso di miele turistico. Il cibo può essere insipido e il servizio può essere brusco.

 

Cosa fare

corfu Corfù ha tutto dalle solite località svernanti come Gouvia e Dassia vicino alla città di Corfu sulla costa orientale, a luoghi meravigliosamente belli come Kassiopi nel nord e la meravigliosa Paleokastritsa sulla costa occidentale.
Se vuoi scoprire l’isola, autonoleggio è raccomandata, le strade sono buone anche se a volte sono un po ‘tipiche delle isole. Ci sono anche autobus locali sull’isola che ti porteranno tra le città più grandi. Un consiglio è quello di prenotare un’auto a noleggio attraverso il tour operator prima di scendere a Corfù, che di solito è molto più economico di prenotazione in vigore. Buoni prezzi dei pacchetti significano anche che di solito non è molto più costoso noleggiare un’auto per un’intera settimana, rispetto al noleggio di due o tre giorni.Potrai passeggiare nella splendida campagna, andare a cavallo su antichi sentieri, pedalare tra maestosi uliveti, degustare prodotti tipici locali, visitare cantine tradizionali, frantoi, pittoresche chiese e antichi castelli, rilassarti e trascorrere le tue vacanze a contatto con pura bellezza naturale.

Cosa vedere

cosa vedere Tra le attrazioni della città di Corfu visitare la città vecchia e la sua parte nuova caratterizzata da strade lunghe, case a più piani con influenze architettoniche inglesi e francesi, il edificio veneziano dell’Accademia Ionica, la Spianada, la Fortezza Nuova e la Fortezza Vecchia . A sud della città di Corfù si trovava l’antica città nel luogo di Paleopolis. Vicino alla città si trova la località di Kanoni e un po’ più lontano Il Pontikonissi, la isoletta con la chiesetta bizantina.

Al nord si trovano Roda, Sidari e Kassiopi, una pittoresca cittadina con rovine di un castello bizantino, notevoli centri di villeggiatura con molti alloggi e belle spiagge . Sulla entroterra visitare alcuni dei pittoreschi villaggi dell’isola, di cui la gran parte è letteralmente immersa nel verde. Paleokastritsa ha un mare pulitissimo, cristallino e sul lato destro della spiaggia, su un’altura con una vista sorprendente, c’è l’omonimo storico monastero.

Nella zona del villaggio di Krini si trova la fortezza bizantina di Angelokastro.L’isola ha molto da offrire oltre a spiagge di sabbia dorata, sole e un mare cristallino. Corfù è un’isola verde, per la sua vegetazione lussureggiante tutto l’anno, ricca di ulivi, cipressi e una ricchezza di altre piante, insetti, uccelli e animali.

Spiagge

paleokastritsa Una delle isole più famose della Grecia, Corfù è praticamente piena di belle spiagge. Stranamente, alcuni dei più popolari non sono i migliori. Dassia e Ypsos, ad esempio, sono le principali località preferite dalle vacanze nonostante abbiano spiagge relativamente povere, sebbene traggano vantaggio dalla vicinanza alla città di Corfù. La cosa più importante a Corfù sono le spiagge sabbiose che si trovano sulla costa nord e ovest e le baie di ciottoli sulla costa orientale. Il noleggio auto ti dà la libertà di visitare molti di questi luoghi, i non autisti troveranno alcune escursioni che li porteranno nei luoghi di bellezza più noti. Meravigliose spiagge di sabbia lasciano il segno sulla costa settentrionale, in particolare nei famosi resort per pacchetti di Roda e Sidari. Le spiagge della costa occidentale sono più tranquille ma più distanti e più a sud si va, più selvagge diventano. La costa orientale ha una serie di resort con Kavos una spiaggia preferita dai giovani.

 

Come arrivare

Corfù è collegata con traghetti dal Patrasso, Igoumenitsa e Paxì, e con l’Italia dai porti di Ancona Bari e Brindisi. A Patrasso ci si reca da Atene con autobus e in treno. Da Atene e Salonicco vengono effettuate corse regolari per Igoumenitsa con autobus .
L’aeroporto di Corfu si trova a Sud della città. Molti voli charter vengono effettuati nei mesi di punta da molte città europee.Puoi volare direttamente a Corfù. I mesi estivi sono caldi e soleggiati a Corfù.

 

Cosa comprare

Se vuoi fare acquisti a Corfù, cerca oro e argento, borse in pelle, prodotti di oliva, miele e ceramiche. Qualcosa che si può anche dire essere una specialità a Corfù, sono prodotti fatti di kumquat (piccoli agrumi). Perché non provare il liquore all’arancia kumquat? La città di Corfù ha, naturalmente, la più vasta gamma di negozi dell’isola, ma ci sono anche molti artisti locali e ceramisti di talento nei villaggi più piccoli.

Turismo

Il turismo di massa è principalmente limitato a piccole aree di costa, la maggior parte delle zone interne sono incontaminate e il paesaggio e il fascino genuino e l’ospitalità della gente del posto ti cattureranno. Non farti offendere dalle domande personali, è solo una parte della loro aperta curiosità e interesse per te! Vale la pena l’avventura.Pace e tranquillità, trambusto, vita notturna vivace, taverne pigre, spiagge e montagne, sabbia e rocce.
Il periodo migliore per visitare Corfù e per viaggiare qui, è maggio, giugno e settembre. Poi la temperatura è perfetta e l’afflusso di turisti sulle spiagge e sui ristoranti è molto più ridotto che in alta stagione.

 

Scopri i bellissimi villaggi di Corfù

Kontokali
Il villaggio di Kontokali ha diversi negozi e ristoranti, i resti di un castello. Le strade strette finiscono in un paio di spiagge di sabbia e ciottoli, se riesci a vedere sia per le griglie dei lettini.
È l’acqua bassa tra un paio di inguine e un’area per gli sport acquatici è delimitata per evitare incidenti. Sono disponibili docce e si possono anche noleggiare teli mare.
La spiaggia a nord di Kontokali è più piccola e viene utilizzata maggiormente dalla gente del posto. Più a nord lungo la costa si trovano le rovine di un antico cantiere navale veneziano.

Gouvia
I negozi di souvenir si concentrano lungo la stradina stretta che è il centro di Gouvia e il parco a tema ionico al Danila Village vanta la stravagante Esperienza di Corfù con una riproduzione di un villaggio greco senza nemmeno un pizzico di ironia.
L’imponente Museo delle conchiglie di Corfù ha una collezione eccezionale ma è precariamente posizionato su un’autostrada trafficata e l’Hotel Louis Kerkyra ha un parco acquatico aperto al pubblico pagante.
Gouvia si trova sulla principale linea di autobus verde per le località del nord e un orario è affisso vicino al ristorante Pippilas.

Dassia
Il resort di Dassia ha una vasta gamma di ristoranti e bar, anche se si tratta per lo più di piatti turistici poco ispirati. Molti negozi sono dediti alla vendita di ninnoli di souvenir, ma la gente del posto è conosciuta in tutta Corfù per la sua cordialità.
Sorprendentemente, Dassia ha poca vita notturna nonostante l’alto numero di turisti, quindi i visitatori spesso saltano nella vicina Ipsos per andare in discoteca. È a circa 15 minuti a piedi con belle vedute fino in fondo.

Paleokastritsa
Le taverne sono notoriamente costose e sono alcuni music bar ai margini del resort. Affacciato sulla baia si trova un monastero del XIII secolo, uno dei preferiti dalle feste in pullman.
Il monastero ha alcune icone impressionanti, un soffitto in legno intagliato e un bizzarro mostro marino. I giardini pavimentati hanno una straordinaria vista sul mare, ma ci sono anche viste migliori sulla vicina Lakones e sui villaggi circostanti.

Benitses
Molte taverne all’estremità del porto di Benitses sono migliorate così tanto negli ultimi anni che ora sono persino frequentate dalla gente del posto e Benitses può essere una buona scelta per chi cerca una buona base sull’isola con una vivace vita notturna e molti bar aperti fino a tarda notte.

Acharavi
Il villaggio stesso è nascosto dalla strada principale, una tranquilla mezzaluna di taverne tradizionali e caffè dietro l’estremità occidentale della spiaggia di Almiros. La spiaggia è di sabbia e ciottoli e si affaccia dolcemente sul mare. È chiaramente il preferito dalle famiglie, anche se le pietre si trovano sotto i piedi, quindi è saggio avere delle scarpe.

Agios Georgios
Una bellissima località all’imbocco di un’ampia valle boscosa. Non confonderlo con Agios Georgios a sud.
Molti considerano la lunga spiaggia in leggera pendenza come una delle migliori di Corfù ed è una destinazione popolare per le giovani famiglie.

Ipsos
Se cerchi economico, allegro e rumoroso vita notturna, Ipsos potrebbe essere solo il luogho per andare.
La vicina località di Pyrgi è solo un’estensione di Ipsos; un po ‘meno frenetico, un po’ più economico e di tanto in tanto cibo greco nel menu. Che contrasto sulle colline dove il grazioso villaggio di Agios Markos è un passo indietro nel tempo e un passo avanti nella qualità.