La vecchia fortezza

Prima del ponte, si può ammirare la statua in marmo del Feldmaresciallo tedesco Schulenburg, che coraggiosamente difeso l’isola durante l’assedio turco nel 1716.
Fu costruita da un importante scultore italiano A. Corradini, durante il dominio veneziano che fu originariamente ospitato nella fortezza. Tra la fortezza vecchia e la città, si trova il canale di Contra Fossa (150 m. lungo, 10-15 m di larghezza), con i basamenti di Saborniano e Martinego.
La costruzione dell’edificio iniziò con i veneziani, dopo l’assedio turco nel 1537 e fu completata nel 1588. Aveva quattro porte e due picchi (Korifes, dal nome di Corfù.)
Il primo picco (51 m. alt) fu costruito dai bizantini e fu chiamato “Castell del Mar”, detto anche”Castell Vecchio”, mentre il secondo picco (65 m. alt) fu costruito dai veneziani e fu chiamato “Castell di Terra”o”Castell Nuovo”.
I veneziani estesero la città oltre la fortezza, e all’interno costruirono archi, carceri, locali di deposito e nuove abitazioni per i soldati, i nobili e i politici.
La nuova città richiedeva una nuova fortificazione e una nuova fortezza. Gli archi sotterranei della fortezza dimostrano l’esistenza di un collegamento sotterraneo con isolotto di Ptihia (alias Vido).
Oggi, si possono ancora vedere le rovine delle mura veneziane, le fortificazioni aggiuntive costruite dagli inglesi, la Torre dell’orologio, gli edifici Dorici e la Chiesa di San Giorgio, costruita nel 1840, durante l’occupazione inglese.

La vecchia fortezza

La vecchia fortezza


Top