La Dominazione Veneziana di Corfù

Nel 1386, l’isola di Corfù, fu ceduta ai veneziani, che imposero il loro dominio nel 1402 pagando 30.000 ducati d’oro.
Anche se questo periodo è stato caratterizzato da pace e tranquillità, ci sono stati attacchi costanti da parte dei genovesi e dei turchi.
Nel 1537, il pirata turco Hairedin Barbarossa sbarco’ a Corfù per radere al suolo e distruggere l’isola.
Altri attacchi turchi nel 1571 e 1573 obbligarono i veneziani a costruire la nuova fortezza della città. L’attacco più minaccioso turco ha avuto luogo nel 1716, quando una potente flotta turca giunse sull’isola, solo per essere sconfitto dal fronte unito dagli ingigeni dell’isola e i veneziani.Secondo la tradizione, durante questo raid, i locali sono stati aiutati da San Spiridone, per questo evento, il Santo si celebra l’11 agosto.
Durante la dominazione veneziana, l’isola era governata dal nobile veneziano , l’aristocrazia locale e straniera ed il feudatario, secondo leggi severe.
La società fu divisa in tre classi: i nobili, la borghesia e i popolani.
La scarsa qualità della vita e lo sfruttamento veneziano della maggioranza, ha indotto i popolani a insurrezioni costanti durante il XVII secolo che furono violentemente represse.


Top